.
Annunci online

laBANDAdelTORCHIO
Signori si nasce ed io lo nacqui.
 
 
 
 
           
       

per S.
la mia compagna..

Questo amore
 improvviso.. 
Così spontaneo
forte..  deciso..
Così entusiasta
Questo amore mio.. tuo.. 
Questo amore temerario..
Ci ha risvegliato dal torpore..
di ferite ancora aperte....
Questo amore maturo,  infantile..
Questo amore che pulsa giorno..
e notte.. senza tempo.. 
Questo amore che si addormenta.. ..
e si risveglia…  ogni mattina
Questo amore che balliamo.. ogni mattina.. .
Quest’amore che mi piaci..
Mi piaci quando ridi… 
perchè mi illumini.. 
mi immergi di luce..
mi ubriachi di allegria..
Amo in te.. questa voglia di ridere..
e scherzare..
Di riflettere e pensare..
Amo in te quella voglia di partire all’improvviso..
Amo in te i tuoi lamenti mattutini…..
Amo in te il parlare la notte..
Amo in  te..
La tua attenzione..
il tuo modo di amare..
 la tua mente..  
Ed Il tuo corpo
Il tuo corpo
disegno astratto dei miei desideri.. 
percorso impervio di infiniti piaceri..
incarnazione di fantasie..
il tuo corpo
che bramo.

L'amore al primo posto.. prima di ogni cosa..
l'amore è l'emozione che da colore... alla vita..
senza amore si può vivere..
ma vivere con l'amore è
tutta un altra storia.....!

Per dovere di cronaca.. la poesia..
è una fusione arrangiamento..
di tre poesie magnifiche..
Mi piaci quando taci Pablo Neruda
Questo amore di Prevert
Ode al vino di Pablo Neruda

Non sono un poeta.. 
nè sono un intellettuale..
sono piuttosto ignorante.. 

SOMMARIO  BLOG
  
altre web- opere
 
Il mio primo sito
 
Approccio politico alla fotografia

Approccio satirico alla fotografia  

Germania giugno 2005
 

Cuba luglio 2006



RASSEGNA STAMPA

 

 

       
     

 

  

   
  
  

  

 

Locations of visitors to this page

 
30 marzo 2006

O Caiman'



ORRIBILE!!!!!

Due storie che si intersecano tra di loro ma rimangono distanti
anni luce, a causa dell'enorme coinvolgimento emotivo di una e dell'importanza ciclopica dell'altra...

Un finale sicuramente metaforico ma che ti lascia con l'amaro in bocca..
perchè non conclude la storia e fuoriesce un film a metà,
senza finale e senza nemmeno il secondo tempo.

Si poteva fare un film documentario oppure una film verità,
ha cercato di fare una via di mezzo...
ma ne  è venuto fuori un pasticcio...
sia dal punto di vista artistico che tecnico...

Anche le interpretazioni lasciano a desiderare..
Moretti interpreta Berlusconi in maniera troppo seria
(Berlusconi serio io non l'ho mai visto... )

La ragazza che ha scritto la sceneggiatura  che viene presentata al produttore Silvio Orlando sul Caimano..
è priva di passione.. mentre per sentire
una cosa del genere si deve urlare e molto..

Margherita Buy ha rotto con il solito personaggio
Mezza vita fallitta e mezza vita alla riscossa..

Si salvano in due 
Michele Pladico molto simpatico...
in questa nuova versione di attore semifallito e pervertito...
e Silvio Orlando che con la sua bella interpretazione
da un'ancora alla nave alla deriva..

Nessun approfondimento.. nessun filo conduttore...
nessuna coerenza...
pesante dove è inutile esserlo..
(i vari dispetti di Silvio Orlando alla moglie che si rifà una vita..
 tra cui la scena all'auditorium pessima.. )
superficiale quando si dovrebbe approfondire..
il convincimento di Silvio Orlando a fare un film del genere.. quando le sue idee erano lontane..

ULtima nota la SINISTRA è DEL TUTTO ASSENTE..
in questo film
cosa alquanto strana in Moretti visto che
l'ha sempre ripresa.. ma forse eravamo
troppo vicini alle elezioni..

Insomma.. la corazzata Caimanik
è una vera merdaccia..




permalink | inviato da il 30/3/2006 alle 11:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa

15 dicembre 2005

Rassegna al cinema

Vediamo un pò gli ultimi film visti...  iniziamo da uno che mi ha proprio deliziato
LA SPOSA CADAVERE
di Tim Burton..

Veramente eccellente.. per colori. musiche e disegni.. mai visti dei disegni cosi belli. e cosi densi di emozioni.. addirittura gli scheletri lasciavano trasparire la gioia mentre si componevano e scomponevano per cantare e suonare..
citazioni cinematografiche
battute simaptiche
la storia nemmeno non è male..
un mondo dei  vivi triste. grigio e con fiori appassiti.. pieno di classismo.. al suo interno..
fino ad accattare matrimoni senza amore..  e umiliazioni durissime..
il mondo dei morti bello, colorato, pieno di musica, balli, alcool.. e fiori bellissimi...
dove tutti sono uguali.. e pronti a festeggiare alla grande ogni evento..
dall'arrivo di uno straniero (un neocadavere)  a un matrimonio sui generis..

eccezionale la scena dell'incontro dei vivi e morti..
col nipote che riconosce il nonno..
e con la moglie che dice al marito cadavere che tenta di palparla..
 che è defunto almeno venti anni prima..
e lui risponde "Francamente me ne infischio" e l'abbraccia..

condito da buoni sentimenti e finale all'americana..
(ma in fondo si tratta di animazione e forse è giusto cosi..).
lascia il sorriso in bocca..

Voto 8 da vedere soprattutto per chi come me ha ignorato finora Tim  Burton!


LA SECONDA NOTTE  DI NOZZE
di  Pupi Avati

Un bravissimo Albanese.. diretto da un eccellente Pupi Avati..
Ottima la scenografia, merito anche della bellissima Puglia..
Molto crudo nei primi momenti.. per identificare..
bene il momento storico.. della guerra e della disperazione..
un reduce che scemonito da una mina decide di sminare tutta la puglia gratis..
perchè tanto "se muore uno scemo.. "
un figlio che fa imbrogli per soldi fino a vendersi la mamma..
una mamma che si prostituisce per il figlio..
le due ZIE zitelle acide e iperrotettive..
l'italia da bologna alla puglia.. semidistrutta..
i compromessi.. di tutti.. pur di sopravvivere o vivere bene.. 

bravo ALbanese.. anche se difficilmente si discosta dai personaggi un pò menteccatti..
splendida Katia Ricciarelli..
cosi come le due zie...
Neri Marcorè.. (si chiama cosi?) pessimo.. unica nota stonata..
la recitazione vera.. non fa per lui.. meglio le imitazioni..

nonostante le scene dure rimane un film lieve e piacevole..
voto 7




permalink | inviato da il 15/12/2005 alle 16:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa

31 agosto 2004

Cinema e realtà

 

 

L’ho aspettato con ansia e sono andato a vederlo il primo giorno che è uscito, lo spettacolo di mezzanotte e venti al village di parco dei medici..

                                                                        'FAHRENHEIT 9/11'

 

Giudizio Tenico

Il film in se è molto lieve, anche divertente in alcuni punti anzi direi proprio esilarante, ad anche le scene più dure sono fatte passare al millesimo di secondo, segno di voler far conoscere alcune realtà e non di spiattellare dolore sulla scia della moda mediatica odierna.

 

 

Giudizio Morale-Politico 

E’  un film che ti apre uno squarcio immenso su una realtà che anche il più grande “Malafedista” del mondo non avrebbe supposto…

 

Una cosa è chiara ognuno di noi ha la sua chiave di lettura.. quello che vi consiglio e di andarlo a vedere.. e poi confrontatevi… per chi lo ha già visto o chi non lo vedrà consiglio di continuare a leggere per gli altri fermatevi..

 

Che cosa ho letto io….

 

Ci ho letto un programma di governo allucinante.. il BUS H che parte dal capolinea al World Trade Center è che ha come prima fermata Kabul, Kahandar e dintorni. con una visitina ad alcuni gasdotti della zona….. 

La seconda fermata è nella splendida civiltà mesopotamica, l’Irak per chi ignora, non per degustare patti tipici e visite ai reperti archeologici  ma per ripulire le carceri  e visitare il museo delle torture, e infine i pozzi di San  Petrolio …. La prossima tappa ? Tutto calcolato comunque

 

Il tutto condito dall’amicizia tra la famiglia Bush e Bin Laden che ha il 7% dell’economia americana nelle proprie mani..

Bin Laden che forse esiste forse no.. viene lasciato scappare sempre.. cosi come vengono lasciati scappare un centinaio di familiari dopo l’attacco alle torri..  mentre tutti i voli erano bloccati i loro no.. 

 

Bin Laden viene accerchiato in Afghanistan.. ma proprio mentre stanno per prenderlo si ferma l’attacco e per circa due mesi…. Dopo.. ovvio che non c’è più…

 

Le armi in Irak, prima dsapevano che c'erano e dove erano... intanto

in Irak la vita scorre tranquilla.. si festeggia si lavora si balla.. il giorno dopo,,, l’emblema è il cadavere di un bambino che passa davanti alla telecamera per un secondo ma che ti rimane impresso per sempre

What about bombs?  nulla..  

 

Sapete che significa per un popolo svegliarsi un giorno e invece di fare colazione , andare a scuola a lavoro si trova le bombe in casa?

Senza motivo..

 

La cosa che si denota del film è il tentativo riuscito di non prendersela con i soldati, burattini con fili dei grandi..

Si ci sono interviste di super esaltati ma anche di chi è contro la guerra.. cose normali insomma..

 

 

Tornando al programma di governo,  per chi non è informato poi non dimentichiamo le due capatine (capatina= visita)  tour ad  Haiti con gran successo, e il tentativo in Venezuela li senza buoni risultati.

 

Nelle offerte di last minute poi si parla di due nuove tappe  a scelta tra Iran e Corea del Nord. 

 

 

Un particolare riferimento alla strategia di comunicazione che in America è utilizzata dal’700.

Che si compone di due parti fondamentali èreviste ed una consequenziale non prevista..

a)      la creazione del nemico con dichiarazioni mendaci e a raffica…    

b)      l’attacco ovviamente giustificato…

c)      la fuga perché l’america ha perso quasi tutte le guerre..almeno quelle ingiuste per fortuna..  

 

 

1 Esempio (NDS)

Vi ricordate la guerra civile americana tra i nordisti azzurri ed i suddisti grigi?

Sapete perché è scoppiata? Loro fanno credere per l’abolizione della schiavitù, cazzate. Quella guerra fu fatta perché gli stati del sud (allora molti importanti per le produzioni agricole) volevano rendersi indipendenti dal resto dello stato.. un po’ come Russia Cecenia di oggi insomma..

 

2 Esempio  (NDS)

Vi ricordate da piccoli quando vedevamo i film di battaglie tra cowboy e indiani?

Gli indiani erano sempre i cattivi… e gli sfigati…

Va vi rendete conto che significa per un popolo che per secoli abita il suo territorio vedersi arrivare da fuori un altro popolo che gli mette il territorio a ferro e fuoco e li chiude in riserve…

Eppure..

 

Altri esempi

La Russia l’impero del male… Il Vietnam comunista… Le armi in Irak.. I Burka talebani…

Ma non voglio uscire fuori traccia…

 

 

Tornando al film.. si mette in evidenza l’allarmismo creato dalla stampa sul terrorismo, si crea quindi un sentimento di paura e di risentimento contro gli ipotetici terroristi.. di qui lo spirito ad accettare le guerre…

e lo spirito di caccia alle streghe che fa tornare indietro l’america di 50 anni..

 

Una persona viene interrogata dall’Fbi perché durante un allenamento in palestra aveva parlato con due colleghi con tono non favorevole ma “giustificatorio” dell’attacco alle torri.. i due colleghi l’hanno denunciato

un infiltrato in un gruppo di pacifisti la cui età media era 60 anni.. …. E solo a vederli sembra una riunione di nostalgici di Il Grande Freddo..

 

E poi totalmente incoerente rispetto all’allarme la sicurezza di uno stato importante come l’Oregon affidata a pochi poliziotti tra cui uno che solo a vederlo… il povero deve controllare da solo l’intera costa che ha di fronte acque internazionali e quindi facilmente attaccabili…

 

Insomma gli interessi sopra i diritti e la giustizia……  esci a bocca aperta… deluso.. rifletti.. e ti dici ma è possibile? Ma si nasce cosi o si diventa per brama di potere e dollars? Ma dove andremo a finire..? Quante altre torri dovranno cadere e guerre ci faranno marciare? Perché la gente non smette di credere tutto quello che vede in tv? Perché non si pensa anche controcorrente?

 

I

 

Aspettiamo le nuove elezioni americane.. e intanto preghiamo.. anche noi che non crediamo…




permalink | inviato da il 31/8/2004 alle 11:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

La mia regina.. e/o ragione di vita..
Riflessioni e disgressioni di una mente pensante
Ho ritrovato La mitica Principessa Zaffiro
Un amico che la pensa in maniera opposta alla mia
L'informazione indipendente
La dolce patafrulli
Capolinea! Scendere signori
Una cumpagnella
Concepire l'arte oggi!
L'Ambiente prima di tutto
Pensieri politici e dintorni
Politica al femminile
Michela
Giostre Mentali
Inviata Speciale
Volete capire le donne? provateci qui..
Bevo Assenzio
Un certo sorriso
Jonas da Napoli
L'ambiente di Fabio
Triton
Immagini
Lazzaro Blu
Ema & Tizi
Bloggerperfecto
Pomodorina
Controinformazione
Musica con classe
Da Cuba..
Gnagnoletta!!!
Dolce come il cioccolato
Draculia
Fiore di Campo
Diluvio
Vulvia
Se lo dice lei...
Un posto meraviglioso
La mia fede
La mia gioia
La mia religione
La mia lettura
Dal XV Municipio di Roma
Bread and Roses all'italiana



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     dicembre